Non Posso Sempre Usare Parole Semplici

In questo articolo ti dico perché non posso usare sempre parole semplici anche quando scrivo articoli riguardanti la SEO, i siti web, la pubblicità online ed argomenti correlati e perché per te è meglio che sia così.

Anche dalle spiegazioni non semplicissime puoi capire molto
Anche dalle spiegazioni non semplicissime puoi capire molto

Anche se sono perfettamente cosciente che la persona con cui parlo, via email, tramite internet, al telefono o di persona può non essere pienamente a conoscenza di quello che è sicuramente giusto da farsi per la visibilità online e non conosce la terminologia specifica, e la maggior parte delle volte è così, anche se non capisci a perfezione mentre leggi articoli che scrivo riguardanti questi temi per te non è che un bene questo tipo non capire.

Il vantaggio di una terminologia a volte non semplice, per te, non è solo nel linguaggio del preventivo di servizi di visibilità online, in questo articolo ti dico perché non posso sempre usare parole semplici anche quando scrivo articoli e come ovvio il problema.

Professionalità

A volte, in articoli come questo, non parlo direttamente di SEO, siti web, campagne pubblicitarie o qualsiasi altro fattore correlato alla visibilità online di un’azienda o sito web, però la maggior parte delle volte lo faccio, e, purtroppo per chi non la conosce, la terminologia usata a volte non è facilmente comprensibile da parte di tutti.

Per (cercare di) risolvere questo fatto, dato che non posso dilungare ogni articolo con spiegazioni estremamente dettagliate, quando scrivo articoli cerco di aiutare la lettura con esempi, comunque realistici o reali, facendo questo non intacco l’affidabilità di quanto scritto.

Ora potresti pensare: “Senza fare esempi potresti parlare molto più semplicemente e basta, no?“.

In teoria potresti aver ragione ma ti faccio un esempio realistico dato che li ho appena citati:

Se la tua azienda costruisce, ad esempio, una particolare vite per smartphone, molto utilizzata e molto cercata, nella pagina dove presenti la stessa dirai a cosa serve ed i modelli di smartphone supportati, ma, necessariamente, per professionalità, dirai anche la tipologia di lavorazione che utilizzi, il materiale usato, le varie fasi di lavorazione ed altro, anche se ai più non interessa e non ci capiscono molto.

Trasparenza e correttezza

Se non trovi differenza tra posizionamento su Google offerto come SEO ma che alla fine sono campagne pubblicitarie, e posizionamento organico, perché pensi solamente alla prima pagina di Google, se non lo sapessi, ti dico che non è assolutamente la stessa cosa.

Purtroppo però chi vende la realizzazione e gestione di campagne pubblicitarie spacciandola come SEO, non è corretto, e tu devi sapere anche che avrai visite solo se pagherai, non è un azione per la visibilità online a lungo termine e non è detto che le persone che visitano il sito diventano clienti, ci sono altre cose da fare prima di creare campagne pubblicitarie.

Con quello che ho appena detto, scontato ma non per tutti, non intendo dire che le campagne pubblicitarie non siano utili, anzi, lo sono molto spesso ed a volte sono indispensabili causa l’elevata concorrenza presente online, fatto sta che la trasparenza e la correttezza dev’essere alla base di qualsiasi rapporto lavorativo altrimenti può anche chiamarsi non solo “vendita” o “valore percepito“, io la chiamo “bidonata“, “raggiro” o termini simili, e comunque non sarebbe professionalità.

Oltre che per la trasparenza e la correttezza, un motivo per cui “non posso” parlare sempre semplice è anche per una motivazione personale, io voglio sapere per filo e per segno tutte le possibili variabili in un preventivo, e, un articolo non contestualizzato che leggo online ma fatto solo di “parole” o “parole chiave” non è scritto per me che lo leggo, in poche parole: cerco di trattarti come vorrei essere trattato.

Non ti è chiaro qualcosa e vuoi maggiori informazioni o delucidazioni riguardanti un servizio che offro e di cui parlo negli articoli che scrivo? Non devi far altro che contattarmi personalmente o chiedere nei commenti degli articoli stessi.

Facebook Twitter Google+ WhatsApp Email LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.