Cos’è Google ADS e Come Funziona

In questo articolo ti dico semplicemente e chiaramente cos’è Google ADS e come funziona il sistema di Google che permette di farsi pubblicità online.

cos'è e come funziona Google ADS
Fare pubblicità con Google ADS può non essere intuitivo, però, capire cos’è e come funziona è semplice.

Gli articoli presenti nel blog di questo sito web sono pensati per chi ha un’attività e che può necessitare dei miei servizi, quindi anche estremamente semplici e basilari.

Questo articolo è ancora più basilare, banale per qualcuno, ma non per questo scontato per tutte le persone.

Seppur quanto scritto in questo articolo lo potresti trovare nel sito web di Google ADS, qui scopri tramite un unica pagina cos’è Google ADS e qual’è il funzionamento che c’è alla sua base.

Pubblicità su Google ma non solo

All’atto pratico Google ADS è il sistema pubblicitario di Google che permette alle attività di sponsorizzarsi su Google e nelle sue proprietà web in vari modi ed in varie forme.

Sicuramente la forma più conosciuta di pubblicità che è possibile fare con Google ADS sono gli annunci che appaiono nelle ricerche di Google. Però on è solo questa forma di pubblicità.

Google ADS permette di fare pubblicità tramite diverse “forme” di annunci ed in servizi web differenti. Questo anche – ma non solo – per permettere alle attività di promuoversi al meglio. In base alla tipologia di attività, e ai diversi obiettivi di business che possono avere rispetto ad altre tipologie di aziende.

Ad esempio, tramite Google ADS:

  • Si può fare pubblicità nel Google Play Store per incentivare l’installazione di applicazioni;
  • Si può far conoscere maggiormente il marchio di un’azienda tramite i banner in siti web;
  • Possono essere sponsorizzati i valori di un’attività o particolari dettagli in video su YouTube;
  • Si possono ricevere chiamate telefoniche per aumentare le prenotazioni o per incentivare maggiormente le richieste di preventivi;
  • Ci si può far notare maggiormente tra le attività locali nelle mappe di Google Maps.

Tramite questi esempi puoi capire anche un motivo per cui Google ADS prima si chiamava Google AdWords. Perché è uno strumento che permette di fare pubblicità in più canali differenti, non solamente nella ricerca.

La possibilità che ha Google ADS, la quale ti può permettere di fare pubblicità in più canali con i quali interagiscono le persone, lo rende uno strumento di online marketing estremamente completo. Permette di fare pubblicità in più punti del nuovo marketing funnel.

Non è la SEO

Ancora oggi molte persone che si definiscono consulenti, esperti od altro creano disinformazione.

Un piccolo appunto riguardo la SEO e Google ADS devo farlo: Google ADS non è la SEO. Sono due cose completamente diverse, funzionano diversamente e non hanno alcuna correlazione diretta.

Si, Google ADS permette di essere presenti nelle prime posizioni su Google e fare più traffico, però nelle prime posizioni di Google delle posizioni destinate agli annunci pubblicitari.

Il traffico acquisito grazie a Google ADS è a pagamento, non gratuito, od “organico“, come si definisce il traffico proveniente dai risultati di ricerca di Google che non sono a pagamento.

L’asta degli annunci

Il pagamento del traffico acquisito grazie Google ADS è alla base del funzionamento dello stesso.

Google ADS permette di fare pubblicità a pagamento su Google, in varie proprietà di Google e su siti web che utilizzano gli annunci di Google.

Come potresti fare pubblicità alla tua attività con Google ADS potrebbero farla anche altre aziende, quindi c’è concorrenza anche su Google ADS.

Com’è logico che sia non è possibile mostrare due annunci in prima posizione, Google ADS fa un’asta degli annunci per determinare quello che appare prima e che ha più probabilità di ricevere click.

All’atto pratico l’asta degli annunci è come funziona Google ADS, è la base del funzionamento.

Per determinare quali annunci mostrare prima, Google ADS, com’è logico che sia dato che è un servizio a pagamento, tiene conto di quanto è disposto a pagare chi fa gli annunci per comparire nelle posizioni migliori.

Non solo però, il posizionamento dell’annuncio si basa anche sulla qualità, del sito, degli annunci e di altri fattori.

I fattori su cui si basa Google ADS per determinare il posizionamento degli annunci sono:

  1. L’offerta che si è disposti a spendere quando le persone cliccano sull’annuncio;
  2. La qualità degli annunci e della pagina a cui puntano gli annunci;
  3. Le soglie minime di ranking che qualitativamente determina Google;
  4. Il contesto di ricerca delle persone, da dove cercano, da che dispositivo, a che ora, i termini di ricerca che usano, ed altro;
  5. L’impatto che Google prevede abbiano le estensioni degli annunci.

Seppur nell’introduzione di questo articolo ho specificato che quanto scritto in esso è basilare, quanto sopra non è semplice per tutti da capire. Semplicemente perché se faccio un articolo dove dico “come funziona” una qualsiasi cosa, per rispetto di chi legge devo dirlo, anche se non elementare.

Ci tengo a sottolineare che Google tiene molto alla qualità, e, seppur Google ADS sia a pagamento la qualità del sito web e degli annunci può essere più importante della cifra che si è disposti a spendere per i click.

Spiegato semplicemente

Se non hai ben capito, tramite parole semplici e banalmente ti spiego il funzionamento di Google ADS:

Dopo aver fatto un annuncio pubblicitario con Google ADS ad ogni click che ci fanno le persone si paga una cifra. Per far visualizzare gli annunci prima di altri è importante quanto si paga ma anche la qualità del sito web e degli annunci.

Tramite un esempio banale:

Ammettendo che due attività abbiano due annunci identici, e che abbiano impostato un costo per click – la cifra che si è disposti a spendere per ogni click – uguale.

Una persona poi cerca una frase di ricerca tramite dispositivo mobile, che mette in competizione entrambi gli annunci, ma solo uno punta ad un sito web mobile. In base il contesto di ricerca (il dispositivo mobile) la qualità della pagina di destinazione sarà maggiore per l’annuncio diretto verso il sito web mobile, e si visualizzerà prima quell’annuncio.

Delle doverose precisazioni finali che faccio sono che Google ADS calcola in maniera differente il costo per click per i banner pubblicitari (pubblicità display) e che, è possibile fare pubblicità pagando le visualizzazioni oppure solo dopo che le persone hanno effettuato determinate azioni nei siti web.

Spero che questo articolo ti sia stato utile per capire cos’è e come funziona Google ADS se non lo sapevi, e maggiormente anche l’importanza della qualità del sito web per fare pubblicità.

Se ti serve chi faccia e/o gestisca la pubblicità con Google ADS per la tua attività, o che migliori la qualità del tuo sito web, chiedimi un preventivo senza impegno.

Facebook Twitter WhatsApp Email LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.