Dove Vanno a Finire i Soldi per la Visibilità Online?

Se vuoi farti fare un sito web, ottimizzarlo per i motori di ricerca, fare pubblicità online ed altro riguardante la visibilità online devi sapere dove vanno a finire i soldi che investi.

dove vanno soldi spesi web marketing
Devi necessariamente sapere dove vanno i soldi che investi in web marketing, con semplici accorgimenti lo saprai.

Sicuramente potrebbe essere scontato dire che bisogna sapere dove vanno i soldi spesi, non solamente riguardante la visibilità online, però, riguardo alla visibilità online sotto la maggior parte degli aspetti, tra cui ottimizzazione per i motori di ricerca, siti web, ecc., sfruttando la non conoscenza che le persone hanno dell’argomento a volte vengono chiesti troppi soldi rispetto al lavoro eseguito, ed è un problema indubbiamente.

Questo non solo non va bene eticamente, non va bene ne per me che faccio parte della categoria di persone che fanno questo lavoro e nemmeno per te che spendi inutilmente, in questo articolo ti do qualche suggerimento a riguardo che può farti spendere il giusto.

Accordi chiari, non generici

Anche per la visibilità online, o meglio, per il rapporto lavorativo che si viene ad instaurare tra committente ed esecutore riguardante la visibilità online, come come per qualsiasi altro rapporto non solo lavorativo il detto “patti chiari, amicizia lunga” non sbaglia.

Senza essere troppo diffidente, però prevenendoti dato che il mondo è pieno di imbroglioni, sin dopo aver preso visione della proposta di visibilità online, meglio se come suggerito nel recente articolo che dice come valutare la proposta od offerta di un sito web, la prima cosa che puoi fare se vuoi avere sicurezza che venga fatto il lavoro per cui paghi è quello di mettere nero su bianco tramite un contratto quanto preventivato.

Nota bene, ho detto un contratto, non delle pagine tipo slogan pubblicitari contenenti solo un elenco puntato, il logo di chi fa il lavoro, senza le intestazioni delle due aziende e nessun termine, come ho visto personalmente, perlopiù spedito via mail magari, ci vuole almeno firmato/controfirmato e spedito via PEC, che, in Italia ha il valore legale di una raccomandata.

Lavoro e spese vanno pagati, il resto no

Una cosa non scritta nell’articolo che ho linkato poco fa, anche perché non strettamente correlato a quell’articolo ma molto a questo è quella di evitare di stare sul generico se non si ha fiducia, sia negli accordi che nel contratto.

Infatti, se si definisce un lavoro è giusto/doveroso che vada pagato, se vengono affrontate delle spese il cui unico beneficiario è il tuo sito web altrettanto. Quindi, anche sul contratto se lo vuoi fare, operazioni descritte troppo genericamente possono far sguazzare nei tuoi soldi chi se ne approfitta.

Tramite un paio di esempi cerco di farti capire meglio:

  • Se in un contratto vi fosse scritto solamente, ad esempio “realizzazione sito web di X pagine XXX€” le caratteristiche delle pagine sito web potrebbero essere fatte a discrezione;
  • Se per la gestione SEO di un sito web ci si accorderebbe solamente per la “gestione mensile per l’ottimizzazione per i motori di ricerca” senza specificare cosa vien fatto, non solo potrebbe non essere fatto nulla, potrebbe essere fatta qualche operazione dannosa per la SEO.

In conclusione di questo articolo dico solo che spero di averti fatto capire maggiormente l’importanza degli accordi, dei preventivi ed contratti per la visibilità online, che, anche se per te possono non essere intuitivi è un bene che siano così, per la qualità del lavoro che verrà svolto e per il rapporto tra qualità effettiva e prezzo, pensare solamente al prezzo pensando di fare affari può essere tutt’altro che un affare.

Facebook Twitter Google+ WhatsApp Email LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.