La Lunghezza del Contenuto Non lo Rende di Qualità

Tramite questo articolo scopri perché la lunghezza del contenuto non lo rende di qualità, maggior lunghezza di un contenuto non equivale direttamente ad un migliore posizionamento su Google e più visite.

lunghezza contenuto per Google e SEO
Bisogna sapere quando la lunghezza di un contenuto è inutile.

Il contenuto di un sito web è essenziale per la SEO, un fattore molto importante, anche più di tecnicismi.

Non che i “tecnicismi” siano meno importanti. Vanno di pari passo.

Una “pagina bianca” non si posizionerà mai tra i primi risultati di Google od i motori di ricerca senza un buon contenuto. Allo stesso tempo, un ottimo contenuto in un sito web tecnicamente pessimo e scritto non adottando le basilari tecniche SEO avrà meno visibilità online.

Ebbene, tra le tecniche SEO basilari per la scrittura di un contenuto per il web vi è anche la lunghezza. Questo è risaputo anche dalle persone che non ne sanno poco e niente di SEO.

Come ho già riferito nell’articolo dove dico che non esistono le impostazioni perfette per la SEO non denigro il suggerimento di Yoast SEO che consiglia di fare il “testo di 300 parole”. Però è utile solo come riferimento di massima.

Molto spesso vedo persone, come potresti essere tu, che si concentrano troppo sul numero di caratteri, di parole, della lunghezza di contenuti ed altro di simile.

Questo è uno sbaglio, la lunghezza del contenuto non è la qualità del contenuto. Essenziale per il posizionamento su Google.

Scrivere tanto senza dire niente non è utile per gli utenti

Facendo un paragone, i contenuti di una pagina web non è possibile paragonarli ad un discorso politico. Non è che più scrivi più hai la possibilità di ricevere consensi. Che in un sito web aziendale sarebbero i tuoi obiettivi.

L’obiettivo primario di di Google e dei motori di ricerca è quello di rendere soddisfatte le persone in base la ricerca che fanno. Non quello di fargli vedere il contenuto più lungo e/o assecondare i tuoi obiettivi di business.

Ovviamente la lunghezza del contenuto di una pagina web sta anche a significare – può stare a significare – che è approfondito e dettagliato. Però dipende da cosa c’è scritto in una pagina web perché sia considerato contenuto di qualità.

Ripetizioni di uno stesso concetto non dicono nulla in più, del solo concetto.

Tramite un esempio che hai sotto gli occhi:

Se stai leggendo questo articolo molto probabilmente vuoi sapere di più riguardo la lunghezza dei contenuti e perché non bisogna focalizzarsi troppo/solo sulla lunghezza. Il mio obiettivo nel scrivere l’articolo è dirtelo. Fartelo capire e/o dirti qualcosa che non sai. Non “fare clienti”, quello può essere il risultato.

Se sarai soddisfatto/a lo sarà anche Google, e potresti contattarmi se ti serve una consulenza per imparare a fare contenuti o migliorarli.

Per rendere soddisfatta la persona che legge un contenuto (anche) online, da come puoi intuire, non basta la lunghezza del contenuto, ma, ad esempio:

  • Devi mantenere coerenza tra il titolo e la descrizione che appare tra i risultati di ricerca ed il contenuto, non solo in base a “parole chiave” ma anche a concetti di senso compiuto;
  • Per rendere un contenuto di qualità anche per Google devi avere (e dimostrare ai motori di ricerca, ndr) una conoscenza approfondita riguardo il contenuto scritto;
  • Anche se l’argomento è lo stesso devi fare contenuti differenti e migliori di quelli dei tuoi concorrenti.

Inoltre, in base il sito web e la pagina, le modalità con cui si scrivono i contenuti possono essere differenti. Un semplice esempio può essere la differenza che c’è tra la pagina di un prodotto di un ecommerce rispetto all’articolo di un blog.

Sicuramente è scontato che se il sito web è della tua attività l’obiettivo dei contenuti primario è quello di fare in modo che le persone acquistino qualcosa, ti contattino ed altro di simile. Il contenuto può essere un motivo che induce a farlo.

Tre consigli riguardanti la lunghezza del contenuto

Tre consigli che posso darti riguardo la lunghezza del contenuto, e la qualità dello stesso sia per gli utenti che per Google, sono:

  1. Quando realizzi il contenuto di una pagina web limitati a dire quello che serve in quella pagina ed in base lo scopo che ha nel sito web;
  2. Aggiungi informazioni, ma elimina le informazioni inutili e ridondanti;
  3. Quando fai il contenuto di una pagina web fai si anche tu che l’obiettivo sia quello di fare buoni contenuti, il risultato arriverà.

Concludo l’articolo dicendo che, ci sono molti altri aspetti da tenere in considerazione riguardo alla lunghezza dei contenuti e la qualità degli stessi, che, logicamente, non dico pubblicamente.

Se ti servisse una consulenza che ti permetta di imparare a fare dei contenuti migliori per il tuo sito web, quindi migliorare il posizionamento ed aumentare il traffico, chiedimi un preventivo senza impegno.

Facebook Twitter Google+ WhatsApp Email LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.