Perché Non ti Conviene Fare un Sito Web con WIX (e simili)

In questo articolo dico perché fare o rifare il sito web per la tua attività con servizi web tipo WIX o simili non ti conviene seppur possa sembrare un risparmio.

WIX soldi buttati
Se pensi di risparmiare facendo un sito con WIX sappi che possono essere soldi buttati

Le doverose premesse che faccio in questo articolo sono che quanto è scritto in esso è detto non perché realizzo siti web ed è detto con cognizione di causa, è ispirato dalla molta gente che ho visto che riscontra problemi con questi generatori di siti web (WIX è preso come esempio reale ma potrebbero essere altri) ed è fatto pensando alla massima qualità e “scalabilità” del sito web, poi ognuno è libero di fare come vuole, come d’altronde già succede.

La causa del problema di realizzare siti web per attività con servizi come WIX è che, il rapporto qualità e prezzo dei siti web può essere un problema se solo percepito/se è solo apparente e se non valutato con cognizione di causa, il che richiede il minimo di conoscenza che puoi approfondire ad esempio nell’articolo che dice come valutare le proposte di chi fa siti web oppure tramite dettagli più specifici riportati di seguito.

Il valore percepito delle piattaforme di costruzione di siti web

Per una persona che non realizza siti web, e non sa le nozioni che consentono allo stesso di essere anche di una buona qualità tecnica, il valore percepito come valore assoluto di servizi web come WIX e simili si può riassumere semplicemente:

  • Sono di aspetto gradevole;
  • Si possono realizzare e personalizzare senza conoscenze tecniche.

Per il valore effettivo, anche chi non è pratico di siti web, guardando le due “caratteristiche” sopra elencate si può vedere che non è menzionato il prezzo, cosa indispensabile per definire un rapporto tra qualità e prezzo.

Ebbene, WIX ad esempio consente di cominciare a realizzare un sito web gratuitamente ed il rapporto tra qualità e prezzo, dato che quest’ultimo è nullo, può non esserci.

Il vero problema sorge se il sito web è di un’attività e se si vuole collegare ad un dominio il sito web, diverrebbe a pagamento, e, già dal pacchetto meno caro senza pubblicità il costo è maggiore di molti web hosting comuni e le caratteristiche sono minori.

Per fare un paragone realistico, anche un CMS come WordPress può consentire di realizzare e modificare siti web con facilità, un hosting anche di buon livello per siti web aziendali di normali dimensioni costa anche meno del pacchetto premium di WIX senza pubblicità, necessario per il sito web di un azienda a meno che si voglia fare pubblicità ad attività concorrenti.

Limitazioni tecniche

Servizi web di realizzazione di siti web in cloud come WIX hanno il punto di forza, almeno fatto percepire, che sono di semplice utilizzo e permettono di creare e modificare il sito web senza modificare una linea di codice, e questo può essere un danno enorme anche per chi di codice non ne sa nulla.

Il problema della non possibilità di modifica del codice sorgente di WIX o servizi web simili, nel dettaglio, più che la impossibilità di farlo, è causato dalle limitazioni di implementazioni che (almeno per il momento) hanno.

Al contrario, CMS come WordPress, ma non solo, hanno una generazione del codice migliore, possono comunque permettere di fare siti web con relativa facilità, e, tramite plugin oppure tramite caratteristiche incorporate hanno la possibilità di aggiungere molto semplicemente caratteristiche tecnicamente essenziali (anche diverse in base il caso).

Per cercare sempre di essere obiettivo e per dimostrarti fatti ti riferisco cosa dice la guida di supporto di WIX:

Wix utilizza Ajax Crawling per aiutare i motori di ricerca a leggere il codice del tuo sito. Con Ajax Crawling, il tuo contenuto, i dati e il design si fondono insieme e vengono poi estratti di gran lunga più facilmente e velocemente dai motori di ricerca.

Aggiornamento: la parte sbarrata non esiste più nella pagina della guida di WIX, il risultato comunque non cambia.

Ecco invece quello che dice Google a riguardo:

We are no longer recommending the AJAX crawling proposal we made back in 2009.

e

If your current setup is working fine, you should not have to immediately change anything. If you’re building a new site or restructuring an already existing site, simply avoid introducing _escaped_fragment_ urls.

In parole povere il metodo con cui è tecnicamente è realizzato WIX (ed altri servizi simili) non è consigliato per la scansione da parte di Google dallo stesso, l’impossibilità di intervenire anche tramiti operazioni semplici lato codice rende questo problema ancor meno sormontabile.

La scansione non è l’unico problema tecnico però, generalizzando di molto posso dire anche che siti web multilingua non utilizzano il codice standard che permette di renderli tali agli occhi dei motori di ricerca, anche se all’atto della realizzazione lo fai solamente in una lingua in futuro potresti aggiungere un ulteriore lingua per poter ampliare il pubblico di riferimento, altro codice di vario tipo per correggere e/o migliorare vari aspetti del sito web, molto utile per i motori di ricerca, non può essere usato.

La conclusione scontata di questo articolo: se stai pensando di fare od aggiornare il sito web per la tua un’attività non farlo WIX o servizi web simili te lo sconsiglio caldamente, i CMS sono ben documentati e di semplice utilizzo, e, se non riesci o comunque se vuoi essere sicuro/a che sia un sito web ben fatto contattami.

Facebook Twitter WhatsApp Email LinkedIn

35 commenti su “Perché Non ti Conviene Fare un Sito Web con WIX (e simili)
  1. ignazio chiaia ha detto:

    non conviene fare un sito gratuto

  2. Gino ha detto:

    e soprattutto non servi più tu

  3. yuri ha detto:

    Salve Gino,
    per conto mio le persone sono liberissime di fare quello che vogliono, anche se faccio siti web. Nell’articolo sono riferiti fatti oggettivi che indicano perchè WIX (e servizi simili) non conviene per fare siti web di qualità.

    Anzi, per piccolissime attività (tipo “una bottega”, “un bar” di provincia o simili) sono il primo a dire che il ritorno dell’investimento non ci sarebbe, se non vengono implementate soluzioni altamente innovative o particolari.

    Le attività che vogliono guadagnare con internet lo sanno già che i servizi gratuiti sono offerti gratuitamente per qualche motivo…

    Buona giornata,
    Yuri.

    • carrara corinne ha detto:

      salve, sono la figlia di un macellaio e stiamo aprendo un nuovo negozio, siamo in montagna, e come da lei detto, ritengo sia utile creare siti per farsi conoscere e apprezzare.
      Ho quasi ultimato il sito e prima di registrare e acquistare un dominio mi sono voluta informare se fosse sicuro farlo, io nello specifico utilizzo wix.
      Yuri, mi pare di capire che lei ne sappia molto più di me, posso fare questo passo con sicurezza?

      • yuri ha detto:

        Ciao Corinne,
        si, può essere utile anche per una macelleria un sito web.

        Più che “sicurezza” di farlo vista la poca esperienza ti consiglio di valutare la correttezza (morale oltre che tecnica) di chi te lo fa.

        Il mio consiglio è quello di chiedere più preventivi e confrontarne il rapporto tra prezzo e qualità.

        Se vuoi chiedermi un preventivo puoi farlo tramite l’apposita pagina di questo sito.

        Spero sia utile,
        Yuri.

    • roberto ha detto:

      Questo articolo è fuorviante, lascia conclusioni ai meno esperti inesatte.
      Wix ti permetti la costruzione di un sito funzionale, bello e con ampie possibilità di personalizzazione. Puoi gestire pagamenti, noleggi video e prenotazioni.

      Tecnicamente la “scansione di Google” lavora meglio con altri codici? Pur dando per vera questa info, lascia intendere che questo assicura una miglior indicizzazione: FALSO.
      La conversione dei siti avviane per lo più da visibilità su altri canali (social).

      Esempio: Create un sito per il vostro nuovo brand di occhiali da sole. Sarà praticamente impossibile ottenere una visibilità in prima pagina di Google, considerata la concorrenza. Ma un posizionamento strategico sui social (ipotizziamo Instagram) vi assicurerà molte (e targettizate) conversioni.
      Quindi.. cosa vi importa della qualità della scansione di Google?

      • Yuri Carlenzoli ha detto:

        Ciao Roberto,
        se ho spiegato perché certe cose di WIX non vanno bene per Google, ed allo stesso tempo ho linkato la guida ufficiale di WIX e di Google riguardo a quanto ho detto non è fuorviante l’articolo.

        Sono presenti riferimenti che lo rendono oggettivo, non soggettivo, fuorviante od altri sinonimi.

        L’esempio che hai fatto, senza dati/riscontri, è da ritenersi soggettivo, quello è una fuorviante.

        p.s.
        Il tuo secondo commento l’ho cancellato dato che hai detto il costo di WIX ed il mio costo, ma non abbiamo mai avuto un rapporto lavorativo/non è esatto, per dirla tutta lo reputo anche troppo alto per un sito web normale.

        Buona giornata,
        Yuri.

  4. Andrea ha detto:

    Quel che scrivi è fuorviante ma, giustamente, non fai altro che cercare di portare acqua al tuo mulino. Per le piccole e medie imprese, Wix è una risorsa incredibile perchè consente a chiunque di realizzare siti semplici senza grandi pretese, cioè ciò di cui ha bisogno il 90% delle persone/attività. Certo, mi sembra scontato che una multinazionale tipo Apple, Adidas o Nike non possano realizzare in Wix ciò di cui necessitano, ma il libero professionista come il dentista, medico di base, il macellaio, il negozio di scarpe, il grafico, il parrucchiere, il panettiere, la gente comune insomma, possono realizzare tutto ciò di cui necessitano spendendo 100, 150 euro l’anno, invece che le migliaia di euro che richiede un professionista come te per la realizzazione di un sito che, magari, risulterebbe anche un pochino più prestante, ma non abbastanza da giustificare un investimento simile per i risultati ottenuti nella vita di tutti i giorni. Insomma, che me ne faccio di una Ferrari se il limite è di 30 km/h? Mi basta e avanza una 500! A meno che non voglia buttare i miei soldi 🙂 Saluti

    • yuri ha detto:

      Ciao Andrea,
      seppur sia il mio sito web di lavoro scrivo per le persone, essendo più oggettivo possibile ed indicando anche riferimenti. In questo caso la guida di Google e quella di WIX.

      Riguardo il prezzo t’invito a pensare anche risultato però (anche estetico, non solo tecnico), inoltre alla fine 100€/anno è il costo di hosting e dominio, aggiornare un CMS è semplice per tutti e non richiede necessariamente il costo di gestione.

      Anche se non condivido la tua opinione (non perchè “di parte” ;)) la rispetto comunque.

      Ciao,
      Yuri.

    • stefano ha detto:

      il problema p che il 90% delle attività fa un sito con Wix e poi “PRETENDE” di essere ai primi posti di una ricerca Google 🙂
      Se ti basta e avanza la 500 per andare a 30km/h poi non lamentarti se quando hai imparato a guidare vuoi andare a 200km/h perchè ti rendi conto che a 30 non ti basta più 😉

  5. Ruben ha detto:

    Salve, avrei bisogno di un consiglio.Vorrei realizzare un sito di informazione e sensibilizzazione sulle rendite passive, e nello stesso tempo aiutare le persone che hanno avuto esperienza negative in questo mondo. Chiedo a voi se meglio un sito veloce e facile come wix dato che non ho esperienza o w.press? Anche in termini di visibilità…Mi dareste un consiglio .Grazie

    • yuri ha detto:

      Ciao Ruben,
      se è un sito web per passatempo puoi usare anche WIX, seppur in questo articolo dico perché NON usarlo, sopratutto per fare un sito web professionale.

      Se il sito web è di un’attività e/o serve per generare una rendita anche futura consiglio WordPress senz’ombra di dubbio, anche per la visibilità.

      Se mi contatti in privato e mi dici le tue necessità le posso fare vari preventivi.

      Buona giornata,
      Yuri.

    • stefano ha detto:

      wix è veloce e facile per fare siti semplici… ricorda però che se un giorno avrai bisogno di qualcosa di particolare potresti essere costretto a rifare il sito utilizzando un’altra tecnologia. Wix a tendere è limitante!

  6. Gio ha detto:

    Io sono di parte … ma bisogna capire che realizzare siti web è un lavoro. Facciamolo fare ai professionisti perché tanto dopo lo dovrete sicuramente rifare perché siti wix che si piazzano su google non ne ho ancora visti!

  7. Michele ha detto:

    Articolo molto interessante complimenti!

  8. Marco ha detto:

    Salve, ho appena finito di fare il mio sito con Wix ( struttura ricettiva No e-commerce ) e mi serve soprattutto come vetrina e che si integri con la mia mail importante che non sorgano problemi con questa, per ora posso dire che è stato facile creare un sito bi-lingue e mobile friendly e pure l’assistenza è stata buona.
    Penso che ora possono sorgere i problemi + tecnici come il trasferimento tramite puntamento, il fatto che voglio mantenere la mia mail con il mio attuale host, etc etc

    • yuri ha detto:

      Salve Marco,
      se vuole restare su WIX penso penserà a tutto la loro assistenza dato che offrono anche domini.

      Se il dominio l’ha già per evitare dovrà modificare i DNS del suo dominio e configurare le impostazioni di WIX.

      Nel secondo caso dovrà, purtroppo, pagare il doppio, sia dove ha registrato il dominio sia WIX in versione Premium.

      Oltre che essere scomodo avere “2 fornitori” a mio avviso non è un buon rapporto tra qualità e prezzo, ma ormai ha fatto il sito e non può fare altro.

      Controlli con programmi di web analytics se rende il sito web, in caso contrario gli consiglio di fare/far fare un sito web su di un hosting normale.

      Buona serata,
      Yuri.

  9. Cristian ha detto:

    Ho realizzato un sito con wix (compreso e-commerce) mi costa 200€ all’anno e sono 2 anni che lo utilizzo. Premetto che non ne capisco molto ma ho cercato di “ottimizzare” il tutto.
    Sono partito con wix soprattutto per la facilità con cui posso modificare il sito, essendo un attività nuova ho bisogno di modificare implementare sperimentare… Mi piacerebbe passare ad una soluzione professionale ma vorrei essere certo di aumentare le visite attuali..perché non avrebbe senso spendere molto di più per poi non aver nessun vantaggio concreto.

    • yuri ha detto:

      Ciao Cristian,

      chiedimi un preventivo tramite l’apposita pagina dicendomi pressapoco cosa desidereresti o comunque ti farò sapere io cosa è meglio, faccio un’analisi al sito e ti faccio sapere i possibili margini di miglioramento ed il costo.

      A presto,
      Yuri.

  10. Claudia ha detto:

    Salve Yuri ho rinnovato il mio dominio in scadenza nel provider Wix (abbonamento per due anni) e ho pure collegato il dominio senza, al momento, pagare nessun pacchetto premium perché voglio capire se conviene. Volevo sapere se, avendo rinnovato con wix e collegato a loro il dominio sono costretta a fare ormai pure un abbonamento Premium o posso fare il sito in un’altra piattaforma tipo Google Sites (dove l’avevo prima) o altro. Alcuni colleghi mi hanno detto di no. Possobile? Non posso scollegare il dominio da Wix e andare altrove? Grazie

    • yuri ha detto:

      Ciao Claudia,
      si, puoi trasferire il dominio fuori da WIX (leggi nella loro guida).

      Resta comunque il problema che WIX non è un hosting, è una piattaforma, se lo trasferisci verso un hosting dovrai poi pagare nuovamente, dall’hosting potrai gestire i DNS per farlo puntare a google sites, blogger o dove vuoi.

      Però, tramite due domande ed una risposta:

      Il sito web è di un’attività? L’attività li vale 100€ l’anno?

      Se si acquista un hosting e fatti un sito web come si deve 😉

      Ciao ciao,
      Yuri.

  11. laura ha detto:

    salve, ho letto il suo articolo e vorrei un consiglio, da circa dieci anni ho il sito sulla piattaforma Editarea, spendendo circa 230 euro l’anno, vorrei cambiarlo perché non mi piace la grafica, ma ho paura di perdere il posizionamento che per la mia attività è piuttosto importante. cosa mi consiglia? grazie

    • yuri ha detto:

      Salve Laura,
      facendo un redirect 301 si minimizza la possibilità di perdere il posizionamento, se Editarea permette di farli è a posto.

      In alternativa sarebbe comunque possibile creare un nuovo sito migliore del primo senza fare redirect 301 ma eliminando il vecchio, dato che non sarebbero contenuti duplicati non sarebbe un gran problema.

      Buona giornata,
      Yuri.

  12. Anto ha detto:

    Buonasera, io vorrei fare il mio primo sito, ma non so un cavolo.
    tipo:
    come si fa ad essere visibili su google?
    il sito e un dominio sono due cose separate o una è collegata all’altra?
    posso fare un sito base con wix e poi essere visibile o bisogna utilizzare altro.
    vorrei fare un sito professionale.

    • yuri ha detto:

      Ciao Anto,
      se non ne sai nulla WIX ti può essere utile solo per unire “i pezzi” del sito ma non per farlo seguendo le migliori pratiche per l’ottimizzazione per i motori di ricerca, per essere ben presente su Google.

      Hosting e dominio li si comprano assieme solitamente ed il costo è circa di 70€/100€ anno per un sito web di una piccola attività.

      Se ti servisse un sito web professionale chiedimi pure un preventivo.

      Ciao,
      Yuri.

  13. antonio ha detto:

    Tutto varia a seconda delle esigenze… qui si parla di seo, ma per una seo fatta bene ti possono chiedere anche 2000/2500 euro… che poi si è giusto investire nella propria attività, ma bisogna anche cercare di capire se l’ attività ha ritorno dal sito o serve solo come vetrina… se togliamo gli annunci pagati di google e i gruppi tipo pagine bianche quanti annunci ci stanno in una pagina google? 10/12… non è dett che con una seo fatta decentemente bene si arrivi cmq nelle prime posizioni… per me il discorso è totalmente relativo al modo che si ha di lavorare, il professionista che scrive codice non troverà mai buono l utilizzo di piattaforme come wix, perché non gli permettono di avere totale controllo, detto questo per un utente normale usare WordPress è molto più complicato che usare wix o simili già solo per installarlo ci vogliono competenze informatiche che non tutti hanno. E cmq se si vuole un hosting serio magari su site ground i tuoi cento euro all’ anno li spendi comunque.

    • yuri ha detto:

      Concordo Antonio,
      per il fatto dell’utilizzo di WordPress VS WIX però non c’è una gran differenza di difficoltà per le persone, anche per fare le cose in modo scarso.

      Come c’è da imparare qualcosa per usare WordPress anche con WIX c’è da imparare qualcosa.

  14. Riccardo ha detto:

    Premesso che non ho ancora guardato come funziona wix, ma mi dà la sensazione di un prodotto di qualità scarsina, il fatto che non consenta grandi personalizzazioni lo rende simile ad un’automobile coi finestrini fissi.
    Per chi è assolutamente digiuno di setup e gestione siti, ma ha un budget che non gli consente di affidarsi ad un tecnico, esistono altre possibilità. Mi pare molto più logico guardarsi qualche video, leggere dei tutorial e sfruttare piattaforme gratuite basate su wordpress o joomla.
    Per quanto il risultato possa non essere da top ten, sarà sicuramente migliorabile, al contrario di Wix. E ci si potrebbe rivolgere ad un esperto per migliorarne l’aspetto, la capacità comunicativa, l’efficienza, o almeno salvare i contenuti di qualità.

  15. zValeria ha detto:

    Sono un webmaster in pensione quindi non m’interessa portare l’acqua al mio mulino. La parte grafica/tecnica della costruzione di un sito – insomma quello che offrono Wix e Word Press et altri e della quale siamo discutendo – è soltanto il 20%, anche meno, del suo valore globale. Una quisquiglia rispetto al restante 80% che è il PROGETTO che, una volta elaborato, il sito è praticamente fatto. Ripeto, la parte più importante è il progetto che ingloba le soluzioni a mille domande: sapere cosa vuole o crede di volere il suo proprietario. Quali sono le sue necessità, cosa fa la concorrenza, creare/suggerire/correggere i testi e le parole-chiave che possano attirare e mantenere l’attenzione dei visitatori tenendo anche conto dei motori di ricerca, scegliere le immagini più adatte, creare una navigazione chiara che renda facile e utile la visita del sito e far capire subito cosa contiene perché non si può mettere tutto in prima pagina insomma, non far scappare subito via chi viene a vedere. Perché arrampicarsi fino alle prime pagine – ed è già difficile – NON è sufficiente. Bisogna sapere come farsi scegliere fra i siti che il motore di ricerca propone. Bisogna capire il tipo di visitatore che ci interessa cioè il potenziale cliente, cosa “servire” nelle pagine leggibili da cellulare, che non sono la stessa cosa delle pagine su grande schermo. E poi, quali collegamenti esterni fare, quali accettare in entrata, ecc.. Se conviene fare o non fare pubblicità su FB, Google, ecc. Mille cose. Quindi consiglio di rivolgersi a un professionista se siete un’azienda. Se vi costa pochino e se non vi fa queste domande, non è un webmaster, è un semplice manovale

    • Yuri Carlenzoli ha detto:

      Concordo zValeria,
      anche se in questo articolo però mi sono incentrato “sul 20%” a cui ti riferisci c’è da dire che può essere determinante ed è fondamentale che sia ben fatto anche quello.

      Ciao,
      Yuri.

  16. zValeria ha detto:

    Sarà per forza ben fatto se prima uno si prende la pena di creare un progetto, altrimenti sarà un buco nell’acqua, fatto bene o fatto male, non cambia. WP, WIX e gli altri hanno ormai soppiantato i costruttori di siti flash con l’immancabile Skip Intro prima della Home. Se si vuole continuare in questo settore è importante far capire alla gente che crearsi il sito da soli alla fin fine si rivelerà una gran perdita di tempo a parte certe esigenze personali, ad esempio un CV. E tu fai benissimo a spiegar loro quello che c’è dietro.

  17. giorgio ha detto:

    una piattaforma schifosa! ho provato a creare un sito forum! oltre le infinite problematiche tecniche sull’editor mobile come il non poter usufruire del copia e incolla quindi dovendo modificare ogni singolo elemento a mano, dato che sul mobile l’editor viene completamente sconquassato rispetto al desk, con la conseguenza di non avere sul mobile le pagine uguali e omogenee e dovendo adattarmi, assistenza pari a bambini delle medie. poi ho riscontrato un problema gravissimo e cioè che ogni utente persino il proprietario non potesse eseguire il login dopo essere registrato, chiedendo sempre di modificare la password, e anche dopo ciò impossibile il login! capite bene che con questo problema il sito creato è inutilizzabile! ho chiesto il rimborso ma nulla! sto provvedendo per vie legali visto che ho regalato 140 euro a queste merde!

    • Yuri Carlenzoli ha detto:

      Per come la vedo per 140€ non ha senso andare per vie legali, Giorgio, ti costa di più far spedire una lettera dall’avvocato.

      Buona giornata,
      Yuri.

  18. Quinto Moro ha detto:

    Ho provato il pacchetto unlimited di Wix per un anno, per un sito di racconti che volevo struttura diversamente da un classico blog, posso dire che alla fine il gioco non vale la candela.
    Soprattutto ho sperimentato un fastidiosissimo problema dell’editor (mai risolto), che mi dava problemi sull’aggiornamento delle pagine modificate, ha reso il lavoro snervante e lungo. Ho un pc di tutto rispetto ma l’uso dell’editor è lento, manca di fluidità, e mi ha dato davvero tanti problemi (a prescindere dal browser su cui lo caricavo). Avevo diritto all’assistenza VIP, che è stata del tutto inutile, mi hanno risposto solo con messaggi standard, dimostrando di non aver letto/capito il problema che lamentavo.
    Considerato il costo del servizio, per l’esperienza che ho avuto, non ne vale la pena.
    A livello visivo sono abbastanza soddisfatto del sito, ma a livello di utilizzo, per me che dovevo produrre molte pagine, è stato terribile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.